Campionato Italiano TREC GIOVANISSIMI: I NUOVI CAMPIONI

Lunedì, 10 Luglio 2017 04:35

Si sono appena conclusi in provincia di Roma due giorni intensi e gioiosi all’insegna dello sport equestre di livello, dedicato alle nuove leve del Trec italiano. Emozione per la prova “Ludica”, dove cavalieri e amazzoni di nove anni hanno affrontato gli ostacoli accompagnati dai loro istruttori


Si è concluso da poco a Canale Monterano, Roma, il Campionato italiano 2017 di Trec Giovanissimi, presso la Torara, una bella zona verde curata dall’Università di Agraria. Grande partecipazione da parte dei giovanissimi cavalieri e amazzoni, così come delle famiglie e degli istruttori, che hanno visto il futuro del Trec azzurro targato Fitetrec Ante mettersi in gioco in prove che hanno richiesto a ogni binomio in gara preparazione, tecnica, concentrazione e sangue freddo.
Nella categoria più alta, la “Esordienti A2” (12-13 anni), la Campionessa italiana 2017 è Claudia Davini, che si è lasciata alle spalle Sofia Onorati, seconda, e Marta D’Ascenzo, terza. Nelle singole prove che caratterizzano la disciplina del Trec l’oro è stato appannaggio ancora una volta della Davini nella POR (Prova di orientamento e regolarità), di Marta D’Ascenzo nella PPA (Prova padronanza andature) e di Laura Szewczyk nella PTV (Prova terreno vario).
La categoria “Esordienti A1” (10-11 anni), quindi, ha decretato Federico Carbonetti Campione d’Italia 2017, seguito da Federico Coda, argento, e da Margherita Carlotta Calanca, bronzo. Carbonetti e Coda, pur avendo ottenuto al termine della gara un identico punteggio finale, si sono posizionati rispettivamente al primo e secondo posto grazie al punteggio più alto ottenuto da Carbonetti nelle specifiche prove, come prevede il regolamento: in caso di ex aequo, infatti, si prendono in considerazione i risultati ottenuti nella POR, e se permane una ulteriore parità si considerano quelli in PTV. Nelle singole prove Carbonetti e Coda si sono confrontati in un testa a testa che li ha visti conquistare il gradino più alto del podio ex aequo nella POR, mentre il primo ha trionfato su tutti gli altri nella PPA, dividendo di nuovo il podio anche nella PTV, ma questa volta ex aequo con Marta Medici.
Campionessa d’Italia nella categoria “Esploratori”, poi, la brava Carlotta Pasquali che ha avuto la meglio su Matilde Mognarelli e su Gabriele Bonanni rispettivamente seconda e terzo, conquistando poi il migliore risultato nella prova singola della POR, mentre la Mognarelli e Bonanni hanno trionfato nella PTV lei e nella PPA lui.


Bellissima e coinvolgente infine anche l’esibizione dei piccolissimi, fino a nove anni, che nella prova “Ludica” hanno affrontato gli ostacoli accompagnati dai loro istruttori.
Presente al Campionato italiano giovanissimi di Trec il presidente nazionale Fitetrec Ante Avv. Alessandro Silvestri, che si è dichiarato largamente soddisfatto per l’esito dell’evento e per questa due giorni di sport di livello vissuto in un’atmosfera gioiosa e di grande partecipazione, per la quale ha rivolto un sentito ringraziamento a genitori e istruttori, oltre che a tecnici e collegio giudicanti. Al fianco di Silvestri erano presenti anche il responsabile nazionale Federale di Trec Giovanissimi, Riccardo Marcone, e il responsabile nazionale di disciplina, Franco Fabbri.

L’evento targato Fitetrec Ante è stato organizzato dall’ASD Roma Trec e del centro ippico Caino e ha visto la Prova di orientamento (POR) a piedi e con l’utilizzo di una piantina militare scala 1:5000, una mappa più grande rispetto a quella utilizzata nelle prove senior (1:25000). Tuttavia la massima categoria in gara (Esordienti A2) ha messo in campo le stesse difficoltà che si incontrano nelle successive categorie, come il calcolo di azimut e coordinate, così come la Prova Terreno Vario (PTV), che è stata affrontata sempre nella massima categoria di gara con lo stesso numero di ostacoli di campagna di quelle maggiori ma unicamente di altezza inferiore.